Windows 11: le novità

Giovedì 24 giugno si è tenuto l’evento Microsoft dove è stato presentato Windows 11.

Satya Nadella, l’amministratore delegato di Microsoft, ha annunciato che non sarà un semplice aggiornamento di Windows 10, ma sarà l’inizio di una decade di nuovi aggiornamenti annuali.

Ancora non è stata fissata una data ufficiale per il rilascio, ma molti indizi di Microsoft fanno pensare ad ottobre 2021.  Infatti, più volte durante la presentazione hanno parlato di ottobre, addirittura in un messaggio di una schermata di Teams c’era scritto “non vedo l’ora che sia ottobre!”.

Requisiti minimi per l’installazione di Windows 11

La società ha già rilasciato i requisiti minimi per poter installare l’aggiornamento a Windows 11. Ve li riportiamo di seguito.

Requisiti del PC:

  • RAM: 4 gigabyte
  • Spazio di archiviazione: il dispositivo deve avere uno spazio di archiviazione libera da almeno 64 gigabyte
  • Scheda video: deve essere compatibile con DirectX 12+ oppure una versione successiva con driver WDDM 2.0
  • Processore: deve essere di almeno 1 gigahertz con 2 o più core su un processore a 64 bit compatibile o System on a Chip
  • Schermo: deve essere ad alta definizione (720p) con una diagonale maggiore di 9 pollici e 8 bit per canale di colore
  • TPM: Trusted Platform Module versione 2.0
  • Firmware del sistema: deve essere compatibile con UEFI, avvio protetto
  • Connessione Internet e account Microsoft: l’aggiornamento richiede la connessione a Internet e l’account Microsoft per riuscire a configurare il dispositivo
  • Deve esservi almeno una porta USB e almeno un’uscita video

 

Requisiti relativi alle funzionalità di Windows 11

  • Per il Supporto 5G è necessario un modem compatibile con questa tecnologia
  • L’Auto HDR richiede un monitor HDR
  • Per le Videoconferenze intelligenti servono una videocamera, un microfono e un altoparlante
  • Per l’Autenticazione a due fattori serve un PIN, le credenziali biometriche (quindi un lettore di impronte digitali o fotocamera a infrarossi) oppure un telefono funzionalità Bluetooth o Wi-Fi
  • Il BitLocker To Go richiede un’unità flash USB
  • Per utilizzare Cortana sono necessari microfono e altoparlante, inoltre è disponibile solo in alcuni stati, tra i quali anche l’Italia
  • I layout di Affianca che arrivano a 3 colonne richiedono uno schermo largo almeno 1920 pixel
  • Per il Multiple Voice Assistant sono necessari microfono e altoparlante
  • Per utilizzare il Wi-Fi 6E sono necessari hardware e driver WLAN IHV nuovi e un AP/router compatibile con questa tecnologia.
  • Presenza richiede un sensore che riesca a rilevare la distanza dell’utente dal dispositivo e la sua intenzione di interagire
  • Per l’Audio spaziale sono necessari hardware e software in grado di supportarlo

 

Rimozioni di funzionalità obsolete

A seguito dell’aggiornamento a Windows 11 verranno anche rimosse alcune funzionalità obsolete. VI elenchiamo di seguito quelle più importanti:

  • Verrà disattivato Internet Explorer e verrà sostituito da Microsoft Edge
  • Lo Strumento di cattura rimarrà, ma verranno sostituite le sue funzionalità con quelle dell’app Cattura e note.
  • Lo Start sarà completamente diverso infatti verranno tolti i seguenti elementi:
    • Non verranno più supportate le cartelle di app e i gruppi denominati
    • Le app e i siti che sono stati aggiunti non verranno trasferiti
    • Non saranno più disponibili i riquadri animati
  • Verrà rimosso il Portafoglio
  • Cortana non verrà aggiunto alla barra delle applicazioni
  • La modalità S sarà disponibile solo per Windows 11 Home

 

L’aggiornamento arrivando da Windows 10 sarà gratuito per almeno un anno dal rilascio, quindi almeno fino a fine 2022. Ancora non si sa il costo in una nuova licenza Windows 11, ma i prezzi solitamente rimango sempre gli stessi (145 euro).

Chat
Invia con WhatsApp