I social più utilizzati dagli italiani

I Social Media permettono di creare e scambiare dei contenuti testuali, immagini, audio e video generati da utenti.

Essi sono diventati popolari perché permettono alla gente di usufruire del web per stabilire delle relazioni personali o lavorative.

È cambiata la comunicazione: i social network hanno mutato decisamente il modo in cui le persone leggono, apprendono e condividono le informazioni e i contenuti.

Le preferenze social degli italiani sono rivolte ancora su Facebook e YouTube. Facebook, YouTube e Instagram non perdono il proprio primato, continuano a crescere, è presente invece la crisi di Twitter.

Per quanto riguarda la messaggistica istantanea, vi è il dominio di WhatsApp utilizzato dal 97% , Messenger 80%  e Skype 58%.

Occorre considerare che nei prossimi mesi è da valutare l’effetto lockdown perchè gli italiani durante la quarantena hanno utilizzato ed installato piattaforme per effettuare videoconferenze.

In crescita è anche TikTok, una new entry utilizzata almeno una volta a settima dagli utenti; è in crescita del 3% rispetto all'anno scorso. È frequentata in particolare da giovani tra i 15 e i 24 anni che oltre a Instagram, si spostano sempre di più su nuove piattaforme, tra cui anche Twitch. Per gli over 45,  i social preferiti rimangono invece Facebook e WhatsApp.

Quest’anno il sondaggio rileva per la prima volta anche Twitch, una piattaforma di live streaming di Amazon, su cui è possibile trovare contenuti riguardanti il mondo dei videogiochi, dirette di eventi sportivi, e-sports oppure episodi di vita quotidiana, che è già utilizzata dal 12% degli italiani.

I social media possono essere raggruppati in categorie come per esempio blog, business network, progetti collaborativi, enterprise social network, forum in internet, recensioni di prodotti o servizi, microblog, condivisione di foto, social bookmarking, servizio di rete sociale, giochi su reti sociali, virtual world e video sharing.


Motivi che spingono gli italiani all’utilizzano dei social


Il 48% degli intervistati italiani utilizza i propri account soprattutto da spettatore cioè per guardare soltanto foto e video di altre persone e continuare ad essere aggiornato su quello che succede nella propria cerchia di contatti. Il 40% invece interagisce anche con amici su Facebook e Instagram; il 12% la percentuale di chi usa i social network come canale di visibilità per pubblicare contenuti originali.

Gli utenti continuano ad utilizzare i social per svago, informazione e contatto con familiari, amici, conoscenti…

I social influenzano il customer journey ad affermarlo quattro italiani su dieci: il 19% degli intervistati lo hanno fatto facendo cambiare loro idea su un singolo prodotto, il 16% invece su un intero brand.

Questa influenza avviene prevalentemente nello step iniziale dell’awareness e in quello finale della consideration, ossia quando si scopre un nuovo prodotto o brand e quando si valutano i vantaggi rispetto a quelli concorrenti.

Nel momento in cui l’utente si fa un’opinione riguardo a un prodotto o a un tema di rilevanza sociale, tre italiani su dieci riconoscono di essere guidati dagli influencer; inoltre la maggior parte della gente li segue per interessi comuni o per argomenti interessanti.

Categoria: PensaSEO